donne al lavatoio
Idee   Origini   Storia

Uno scultore acquistato un blocco di marmo cominciò a eliminare materiale a forza di martellate e fatica per liberare la scultura intrappolata all'interno del blocco. Quello scultore era Michelangelo che al termine del Mosè disse "Perchè non parli".


Allo stesso modo noi abbiamo un'idea comune delle Mole.


Utilizzando l'Associazione vorremo cogliere l'opportunità di valorizzare le singolarità e le potenzialità nascoste, in un percorso mirato a liberare quella comunità, finalmente capace di riscoprire la speranza che dona vita condivisa, coraggiosamente orgogliosa, responsabile ed attrice del proprio futuro.


Tutti noi aspiriamo a un mondo migliore e questa realtà dimostra che l'unione fa la forza sopratutto se si è disposti a spendere qualcosa del proprio tempo per condividere un ideale comune per il bene di tutti.


Questa avventura ha inizio con l'organizzazione della Festa Patronale in onore del Sacro Cuore di Gesù tenutasi l'11-12-13 Giugno 2010 dove, grazie all'appoggio di Don Antonio, attraverso l'impegno incondizionato di 11 persone, la sponsorizzazione di numerose aziende del territorio e le informazioni fornitaci della proloco di Castel Gandolfo è stato possibile organizzarla con ottima soddisfazione.


L'inziativa ha coeso i componenti del comitato che hanno voluto prolungare e concretizzare l'esperienza per:


1-Creare più eventi nel corso dell'anno.


2-Supportare e finalizzare iniziative per delle finalità di interesse collettivo.


3-Comunicare alle Amministrazioni comunali le differenti esigenze evidenziate della collettività.


4-Costituire una realtà trasparente, apolitica, apartitica dove l'impegno delle persone, che avrebbero costituito il Consiglio Direttivo, fosse stato totalmente gratuito.


5- Costituire una realtà che pur essendo distinta e separata al Comitato Festeggiamenti, organizzatore della Festa Patronale, potesse collaborare per consentire a tutti di partecipare affinchè le differenze potessero essere un arricchimento e un trampolino di lancio e non un vincolo di separazione. 


In pratica tutto era proiettato ad avere mire ambiziose tendenti a far incontrare le famiglie, i giovani per ricostituire e rigenerare una comunità vera e vitale.


Dopo un lungo periodo di riunioni e di incontri notturni svoltesi tra 11 persone presso i locali parrocchiali, finalmente, il 06 Dicembre 2010 nacque l'Associazione "Amici delle Mole" con uno statuto definito e ben configurato per evitare finalità che fossero al di fuori dello spirito originario che aveva tanto bene amalgamato differenti realtà umane.


Ognuno con le sue caratteristiche, con le sue doti e limiti, nel rispetto delle esigenze personali,  ha voluto donare parte del suo tempo, al di fuori dei confini domestici, per organizzare e raggiungere un bene comune che oggi si manifesta in tutto il suo splendore attraverso il sorriso dei bambini, la partecipazione dei ragazzi, la condivisione degli adulti oltre ogni schieramento e ideologia.


Da sempre l'impegno costantemente provato, ha rappresentato il punto di forza dell'Associazione  dimostrando che:


1- Il motore di qualsiasi evento non è nell'evento in se ma nella possibilità che esso rappresenta per ognuno di scardinare i confini di comodo alla costante ricerca del buono che in ognuno di noi alberga per il bene di tutti.

 

2- Il denaro offerto dagli associati non fosse un fine ma realmente uno strumento segno tangibile di partecipazione e apprezzamento per migliorarsi attraverso opere e finalità d'interesse collettivo.

 

3- Fosse data la possibilità alle Amministrazioni Comunali di poter interagire con la popolazione uscendo dal palazzo e fornendogli quella visibilità testimoniata da risposte certe e definitive al servizio della polis oltre ogni vincolo di bandiera o di interesse.


Ognuno nelle proprie difficoltà famigliari e lavorative ha cercato di mettere a disposizione  ciò che poteva. Il gruppo non ha mai preteso, anzi, in un ottica di collaborazione ha suppotato coloro che, a causa di varie problematiche, non hanno potuto partecipare attivamente alle iniziative intraprese.


Quale naturale conseguenza alle scelte fatte dall'Associazione intera, e il Consiglio Direttivo in particolare, ha sempre voluto dimostrare una compatezza che fosse slegata dal confronto in una sterile gara mirata a quantificare l'impegno dei singoli ma, bensì, fosse proiettata alla costante condivisione di un ideale concreto comune a tutti.


A conferma dell'acresciuta conoscenza del bene collettivo e della consapevolezza che l'Associazione non era fine a se stessa ma uno strumento è un bene a servizio della collettività, il Consiglio direttivo è stato rinominato il 06/12/2012 accogliendo al suo interno nuove  realtà che potessero apportare, attraverso il proprio vissuto, nuova linfa e idee ai progetti che nel futuro verrano intrapresi.


In circa 2 anni e mezzo sono state fatte numerose iniziative che di seguito vengano elencate.


•   organizzato la festa della Befana 2011, 2012 donando circa 300 calze ai bambini     intervenuti.

•   organizzato a festa di Carnevale 2011, 2012

•   raggiunto 370 iscritti nel corso dell'anno associativo.

•   collaborato con l'Amministrazione di Albano Laziale per la Festa dell'Unità d'Italia.

•   organizzato l'assemblea popolare con intervento dell'Amministrazione di Albano Laziale e     Castel    Gandolfo per    la riqualificaizone di Piazza Malintoppi con costruzione di un     ponte pedonale che    colleghi Piazza Malintoppi    con la Piazza di Castel Gandolfo.

•   attivato il sito internet www.amicidellemole.it el'e-mail www.amicidellemole.it

•   Abbiamo affisso la bacheca dell'Associazione.

•   Abbiamo verniciato i locali comunali di Piazza Malintoppi e la Chiesa del Sacro Cuore di     Gesù.

•   Abbiamo organizzato i corsi dedicati agli associati di Difesa personale, Pilates, GAG,     Balli di gruppo, Yoga.

•   Abbiamo convenzione con 25 attività commerciali del territorio di Albano Laziale     utilizzabili da tutti gli associati.

•   Chiesto ed ottenuto dall' Amministrazione di Albano Laziale la riasfaltatura di Piazza     Malintoppi.

•   Sollecitato e attenuto l'amministrazione di Castel Gandolfo per asfaltare ulteriori 108     metri su via    Emmaus.

•   Chiesto ed ottenuto il mercato settimanale a Km. 0 alle Mole.

•   Richiesto in affitto i locali comunali per l'Associazione per il 2012.

•   L'Adozione del verde pubblico della Piazza delle Mole, sponsorizzato dal "Vivaio punto     verde" e "Pizza Time", con presentazione della richiesta già effettuata al Comune di     Albano.

•   Sistemazione del parco giochi e del campetto grazie al ricavato del tesseramento 2012.


•   Nonchè la partecipazione all'organizzazione della Festa Patronale  del:
    11-12-13 Giugno 2010
    18-19-20 Giugno 2011
    15-16-17 Giugno 2012

      nonchè alla realizzazione di quella che avrà luogo il:
    7-8-9 Giugno 2013.

 

sono in via di realizzazione :

•   La costruzione del ponticello che valorizzerà l'emissario collegando definitivamente piazza     Malintoppi alla Piazza dell'Anfiteatro senza impegnare la sede stradale.

Progetti e idee per il riutilizzo della zona dei vasconi prevista per il 2014.



Una Associazione che ha voluto dare  un nome e un volto alla trasparenza, alla condivisione e alla partecipazione.


Molto rimane da fare e da migliorare ma con la partecipazione di tutti certamente questa è una realtà che potrà dare molto ad una frazione che non è solo un accumulo di case, ma un insieme di famiglie, di uomini, donne e bambini che finalmente assaporano l'importanza di sentirsi responsabilmente comunità.

Il Casato del Gusto

Agnese


Colibrico

Autoricambi Castelli 2000
torna su